RELOAD GUNLOCK Episode #7 "Noroi No Sugoroku ~inevitable game~"

Il gioco dei dadi maledetti – partita inevitabile (o gioco inevitabile)

 

 

 

Sanzo, Goku, Gojyo e Hakkai si fermano in uno strano albergo. Il proprietario informa i 4 che è a corto di personale per cui il servizio non sarà ottimo ma, visto che si tratta dell’unica locanda nei paraggi, i nostri decidono di restare ugualmente. Una volta raggiunta la camera assegnata loro arriva la cena. In realtà si tratta di quattro tramezzini e altrettante buste di latte. Cercando qualcosa di più Goku parla con il proprietario dell’albergo che gli propone di distrarsi con uno strano gioco da tavola.

I 4 cominciano così a giocare dopo aver scelto rispettivamente una pedina da una scatola che propone una vasta scelta. Non ci vuole molto per accorgersi che questo gioco ha qualcosa di strano. Il primo a lanciare i dadi è Sanzo. La pedina comincia a muoversi da sola e, una volta fermatasi sulla casella stabilita, pronuncia una strana frase e, dal nulla, una pioggia di coriandoli e stelle filanti ricopre i 4 dandogli il benvenuto. Il secondo a tirare è Hakkai. Una volta lanciati i dadi, i coriandoli e le stelle filanti lasciano il posto a del cibo. I 4 non hanno nemmeno il tempo di mangiare con calma perché, una volta che Gojyo lancia i dadi, il cibo scompare e una cascata proveniente dal soffitto comincia a riempire la stanza d’acqua. Le finestre e la porta sembrano sbarrate e indistruttibili. E’ il turno di Goku che, prima che tutti affoghino, riesce a tirare i dadi facendo scomparire l’acqua. Qui i nostri comprendono che, per far sparire le apparizioni, bisogna tirare i dadi così da farne comparire un’altra. Dopo aver tirato i dadi, Goku non riesce più a parlare ma sembra abbaiare. Per cercare di spezzare l’incantesimo, Sanzo lancia nuovamente i dadi ma niente sembra cambiare in Goku e Sanzo viene trasformato in un albero. Tirare i dadi non basta più per annullare gli incantesimi del gioco. Tutto torna però alla normalità una volta che Hakkai ottiene il numero più elevato con i dadi. Goku e Sanzo tornano alla normalità ma appare un drago che i 4 sono costretti ad uccidere. Dopo una serie di turni, la pedina di Goku raggiunge la zona rossa del tavolo da gioco. Dalla parete fuoriesce un gattino che presto, però, si trasforma in una gigantesca tigre a due teste! I 4 scoprono con sgomento che, una volta entrati nella zona rossa, le apparizioni non svaniscono anche dopo aver lanciato i dadi…

Dopo il suo turno, Sanzo viene imprigionato nella parete. Hakkai tira i dadi che lo conducono al traguardo ma deve indietreggiare poiché il numero segnato dai dadi è superiore. Per questo viene trasformato in una pedina. A questo punto è il turno di Gojyo che viene risucchiato dal pavimento in cui si formano una sorta di sabbie mobili.

Per far cessare tutte le apparizioni serve che Goku vinca il gioco ottenendo un 6 lanciando i dadi. Sperando nella fortuna, Goku lancia i dadi e, aiutato da Sanzo che, colpendo il dado con un proiettile fa in modo che si ottenga il numero necessario per chiudere definitivamente il gioco, vince.

Una volta giunti all’arrivo, le apparizioni svaniscono e le pedine si trasformano negli abitanti del villaggio. Il proprietario dell’albergo fa la sua entrata in scena raccontando di come tutto abbia avuto inizio con l’arrivo al villaggio di un prete misterioso che aveva consegnato agli abitanti il gioco da tavola. Nessuno però era stato in grado di vincere e, uno alla volta, tutti avevano finito per trasformarsi in delle pedine. Da tempo il proprietario dell’albergo aveva atteso l’arrivo di qualcuno che, vincendo, avrebbe riportato tutto alla normalità.